Come creare un blog, la mia GUIDA GRATUITA con tutti i servizi necessari

FTP DISCLAIMER: ATTENZIONE, QUESTO ARTICOLO CONTIENE AFFILIATE LINKS, PER CUI AD OGNI CLICK O VENDITA MI SARÀ ACCREDITATA UNA PERCENTUALE DI GUADAGNO DALLE AZIENDE PUBBLICIZZATE. HO ADERITO A TUTTI I PROGRAMMI DI SPONSORIZZAZIONE, DUNQUE VE LI CONSIGLIO DAVVERO E VI SCRIVO IN MODO SINCERO. PER DUBBI O CHIARIMENTI VI INVITO A LEGGERE LA PRIVACY & COOKIE POLICY DEL MIO SITO WEB, BUONA LETTURA.

Creare un blog: perchè dovrei farlo?

Dopo aver letto l’articolo del mio blog in cui ho spiegato perchè ho deciso di creare un blog, molti lettori del mio blog sono rimasti incuriositi e hanno iniziato a scrivermi per chiedermi chiarimenti sulla creazione di un blog da zero. Erano davvero incuriositi, e proprio per questo motivo ho raccontato loro la mia storia, che puoi leggere qui.

Come ho scritto nella presentazione del mio blog, ad un certo punto decido di documentarmi sulla creazione di un blog, utilizzo i miei printables che fino a quel momento erano rimasti in archivio per organizzare le informazioni e inizio a studiare il settore: quali sono i primi passi che devo fare per realizzare il mio blog da zero e da principiante? quale hosting e quale tema posso scegliere per il mio blog? e soprattutto come posso fare affinché il mio blog mantenga la semplicità che tanto mi sta a cuore?

Ti sembrerà strano ma alla fine, dopo tanta fatica, dopo mille domande e mappe concettuali (quasi inutili), ho avviato il procedimento per la creazione di uno spazio web, e in poco più di un’ora avevo il mio blog! E’ bastato pochissimo tempo per vedere il mio piccolo spazio sul web! Non rimaneva altro che cercare di mettere in pratica i primi passi utili per la corretta gestione del mio blog e dei miei prodotti digitali.

Sicuramente, se stai leggendo le mie parole in questo momento, penserai che esse siano un pò esagerate e piene di dubbi, problemi, ansie e incertezze: è vero!

Decidere di creare un blog o uno shop da zero è difficilissimo e sicuramente nel momento in cui si decide di crearne uno è necessario avere almeno un punto di riferimento a cui appoggiarsi.

Dunque, se anche tu stai leggendo queste parole, lasciami dire che ti capisco benissimo, ho vissuto la tua stessa situazione, ci sono passata. Capisco le tue emozioni e la tua paura di fallimento e di non riuscire a realizzare questo tuo “piccolo e grande” desiderio. Ti capisco e forse posso aiutarti a realizzare quello che tu desideri.

Proprio per questo motivo, ho deciso di scrivere questo articolo in modo sincero e obiettivo perchè credo sia giusto dare un piccolo aiuto concreto a tutti coloro che intendono realizzare un progetto online.

In questo articolo troverai gli step essenziali e fondamentali che servono per creare un blog di successo da zero (anche se sei un principiante) e quali strumenti e servizi essenziali utilizzare per la nascita e la gestione del tuo blog e posts nei tuoi social media. Di conseguenza qui troverai tutto quello di cui hai bisogno per creare un blog. A tal proposito, ho creato anche un corso gratuito in questo blog dove, oltre a spiegarti i passi fondamentali per la creazione di un blog, ti spiego anche quali sono gli step secondari e facoltativi per la creazione e gestione di un blog, clicca qui per iscriverti gratuitamente.

Dunque, come avrai già capito, questo articolo è rivolto soprattutto ai principianti, ed in particolar modo è adatto a tutti coloro che:

  • Vorrebbero avviare un blog (o shop online) ma non hanno la minima idea di quale siano i primi passi per crearne uno;
  • Vorrebbero imparare come monetizzare il proprio blog;
  • Vorrebbero leggere qualche informazione aggiuntiva su come aumentare il traffico del proprio blog;
  • Vorrebbero leggere qualche informazione aggiuntiva su come utilizzare il proprio shop online in tutto il mondo.

Se anche tu rientri in una delle categorie sopra elencate, allora sei nel posto giusto. Continua a leggere.

  • Step 1: scegli un dominio e un piano hosting

Il primo passo da fare per creare un blog di successo è pensare al nome che gli si vuole dare.

Dunque, prendi carta e penna per un attimo. Le domande che dovresti porti nel momento in cui decidi il nome per dominio del tuo blog sono le seguenti:

  • Che tema voglio trattare nel mio blog e dunque su cosa sarà incentrato?
  • A  che tipologia di lettori ipotetici è rivolto?
  • Voglio rivolgermi principalmente a lettori della mia stessa nazione o a lettori principalmente internazionali?
  • Sarà principalmente un blog in cui scriverò i miei articoli o voglio che ci sia anche uno shop online (o solo quest’ultimo)?

Ecco, una volta che hai buttato giù qualche idea, puoi pensare di trasformare il tuo nome in un dominio web e a registrare un dominio effettivo.

Il dominio, non è altro che il nome del tuo blog. Esempi pratici: loshopdianna.it, fashionstyle.com, tecnoblog.it.

Gli esempi citati sopra, sono nomi di fantasia che ho scelto per farti capire cos’è un dominio.

Le tipologie di domini principali, in genere sono due:

  • Domini di primo livello: sono tutti i domini personalizzati che si possono acquistare, ad esempio www.iltuonome.it o www.mypersonalshop.com;
  • Domini di secondo livello: al contrario sono tutti i domini che puoi creare gratuitamente all’interno di una piattaforma, ad esempio www.ilmionome.wordpress.com. In questo caso il tuo dominio non può essere personalizzato del tutto, perchè lo hai creato gratuitamente all’interno della piattaforma WordPress, come indicato nel dominio. In genere, questa tipologia di domini ha alcune limitazioni.

Attenzione: una volta registrato il tuo dominio, non puoi più cambiarlo o modificarlo (se non facendo spostare tutto il tuo sito su un nuovo dominio negli anni successivi), dunque presta attenzione al nome che vuoi scegliere. Questo articolo è rivolto a tutti coloro che intendono creare un dominio personalizzato di primo livello. Creare un dominio di primo livello può avere dei vantaggi enormi: acquista più credibilità e autorevolezza agli occhi del lettore, delinea un’identità ben precisa e soprattutto è sempre accettato dalle piattaforme di affiliate marketing, come quella di cui ti parlerò in questo corso (che accetta solo domini di primo livello).

Dunque, se vuoi provare a costruire uno shop tutto tuo o vuoi provare a monetizzare il tuo blog, allora devi necessariamente acquistare un dominio di primo livello, altrimenti non puoi far nulla di tutto ciò.

dove posso acquistare un dominio?

Puoi decidere di acquistare singolarmente un dominio e tenerlo da parte oppure puoi associare il tuo dominio ad un servizio hosting per creare il tuo blog o shop.

Se vuoi creare il tuo blog, acquistare anche un hosting (o spazio sul web) è fondamentale. Come vedremo tra poco, ormai quasi tutti i servizi di hosting offrono prezzi accessibili a tutti: con circa 3 euro o dollari al mese puoi creare il tuo blog e avere il tuo dominio + hosting, addirittura nella maggior parte dei casi, molti servizi di hosting regalano per il primo anno il dominio, facendo pagare al cliente solo il servizio hosting (per un anno). Andiamo avanti.

Il secondo passo da fare per chi comincia da zero, è scegliere un hosting, ovvero uno spazio (di diversi giga) sul web che avrà il compito di ospitare il vostro sito web.

Hai presente quando le compagnie telefoniche offrono diverse tariffe di abbonamento nelle quali sono compresi un numero di giga? Ecco, l’hosting è più o meno simile. Il piano di hosting che acquisti, comprende un numero di giga prestabiliti e una serie di caratteristiche importanti.

Sia all’interno del mio corso, sia in questo articolo, ho raggruppato i servizi che seguono secondo questi criteri: importanza, prezzo, versatilità, affidabilità.

Dominio + Hosting:

Dunque, puoi acquistare il tuo dominio e il tuo servizio hosting all’interno uno di questi due siti web che seguono. La mia scelta ricade su due di questi hosting utilizzati in tutto il mondo, a mio avviso tra più adatti e performanti per creare un sito web o blog. Ecco dunque la mia lista dei migliori hosting wordpress:

  1. SiteGround: tra gli hosting più affidabili ed utilizzati a prezzi accessibili (il primo parte da 3,95 euro al mese con assistenza 24 ore su 24 in ogni lingua, come ti ho scritto qui). Di seguito, ti lascio lo screen generale delle tipologie di offerte di Siteground. Questo è tra i migliori hosting in italia e nel mondo. Per maggiori info su questo servizio di hosting clicca qui[CONSIGLIATO]
  2. BlueHost: anch’esso economico e veloce con diversi piani di abbonamento (anche qui il primo parte da 3,95 dollari al mese). Questo è uno degli hosting mondiali più utilizzati per la creazione di blog sia in Italia che all’estero. L’assistenza è sempre disponibile, ma con una limitazione: è in lingua inglese. Dunque se conosci la lingua inglese o risiedi in una nazione in cui si parla l’inglese, puoi tranquillamente scegliere questo hosting. [CONSIGLIATO]
I piani hosting+dominio di SiteGround.

  • Step 2: scegli la piattaforma

Una volta scelto l’hosting, lo step successivo è scegliere la piattaforma con cui creare il tuo blog. Se ad esempio, crei un indirizzo email con Gmail allora la piattaforma che la ospiterà sarà Google, e così via. Anche qui, la mia scelta delle piattaforme migliori per creare un blog, portfolio o sito web ricade su una in particolare:

  • WordPress è, forse, la piattaforma più utilizzata al mondo per la creazione di blog e siti web e dunque la più indicata per creare un blog. Presenta un’interfaccia molto intuitiva e ben organizzata, numerose funzionalità e, come vedremo nelle prossime lezioni, se dovessi scegliere di creare un blog su wordpress avrai a disposizione tantissimi temi (anche gratuiti) adattabili al tuo blog. Dunque nel momento in cui scegli un servizio hosting, troverai diverse offerte che includono i blog su wordpress. Installa WordPress all’interno del tuo spazio hosting.

 

 

  • Step 3: scegli un tema per il tuo sito web

Una volta creato il blog, non ti rimane altro da fare che scegliere il design (o il “look”) adatto al tuo blog, e quindi il tema che vuoi utilizzare per rendere unico il tuo blog. Per quanto riguarda l’aspetto del blog, esistono davvero tantissimi siti web che offrono una vasta gamma di temi per blog wordpress.

Li ho raggruppati seguendo i criteri di affidabilità, versatilità, eleganza, design minimalista e costi contenuti; ma in particolar modo ho raggruppato i siti web che seguono secondo la tematica “temi femminili per blog wordpress” per permettere a tutte le bloggers di ogni categoria di trovare il tema che più si adatta al loro blog e al loro business. Nello specifico, puoi trovare temi per blog wordpress su:

  • OceanWp – questo è uno dei temi più utilizzati al mondo per la creazione di un blog. E’ molto apprezzato dagli utenti per la sua velocità: è infatti un tema molto leggero che offre una versione gratuita e una versione a pagamento. In entrambi i casi, hai anche la possibilità di accedere a numerose funzionalità.
  • ElegantThemes – è tra i più conosciuti al mondo e offre tantissimi temi universali per ogni tipologia di sito web o blog.
  • MyThemeShop – anche questo sito offre una vasta gamma di temi universali adatti ad ogni esigenza.
  • Pretty Darn Cute Design – sito web adatto soprattutto ai temi per blog e shop femminili.
  • ThemeIsle – anche questo sito web offre una vasta gamma di temi professionali ed economici.
  • Restored316designs  – anche qui tantissimi temi adatti ad ogni esigenza, presenti soprattutto temi professionali per blog femminili.
  • Sculpture Qode – sito web tra i più completi per quanto riguarda i temi per un blog femminile di wordpress. Inoltre, questo sito web offre anche l’installazione del tema all’interno del tuo blog.
  • LovelyConfetti – altro sito web meraviglioso adatto alla creazione di un blog o business femminile. Questo è uno dei siti web più scelti dal pubblico femminile per la creazione di un blog. Tra i temi più belli ed eleganti che puoi trovare su LovelyConfetti, c’è ad esempio Sally.

 

 

  • Step 4: aggiungi questi plugins essenziali

Avere un blog è sicuramente una grandissima e bellissima opportunità per tutti ma è anche un’attività che richiede molto tempo e dedizione. La tecnologia ormai ha fatto tantissimi passi avanti, aiutando così i blogger a rendere un po’ più “leggera” la gestione dei loro blog. Proprio per questo mi sento di consigliarti dei plugins e dei servizi aggiuntivi che possono aiutarti a gestire al meglio il tuo blog e ad automatizzare qualche lavoro.

  • WooCommerce – è il plugin più utilizzato per creare uno shop online. Questo un plugin obbligatorio se vuoi aprire uno shop online ed inserire un negozio dentro il tuo sito web, ti basterà installare questo plugin gratuito all’interno del tuo sito web WordPress e configurarlo in base alle tue esigenze. E’ un plugin che ti permette di vendere prodotti digitali e/o fisici.
  • Easy Digital Downloads – altro plugin importante. E’ un plugin che ti permette di creare uno shop online all’interno del tuo sito web e di vendere solo file digitali all’interno di esso. E’ il secondo plugin in ordine di importanza per la creazione di uno shop digitale.
  • DMCA  – è un servizio che aggiunge automaticamente un watermarker (o logo) a tutte le foto del tuo sito web/blog in modo tale da proteggerle da furti o salvataggi indesiderati. Così il copyright delle tue foto è al sicuro. Utilissimo, vero? Direi fondamentale per proteggere le tue foto in rete, specie se decidi di aprire un blog di fotografia.
  • inPixio – a proposito di foto, questo è un software che ti permette di editare le tue foto ed aggiungere filtri fotografici in modo semplicissimo. Se ti va di dare un’occhiata, all’interno del mio shop, trovi anche numerosi presets per editare le foto del tuo blog.

 

 

  • Step 5: servizi extra essenziali

I servizi che seguono non sono obbligatori per la creazione del tuo sito web, però sono particolarmente essenziali ed utili nel momento in cui decidi di fare il passo successivo per la corretta gestione del tuo sito web, blog o shop. Non è necessario utilizzarli tutti, ma essi possono aiutarti, ad esempio, a ridurre il tuo “stress da social networks” programmando in automatico i tuoi post per i mesi successivi, possono aiutarti a creare delle pagine professionali o a raccogliere gli indirizzi email dei tuoi visitatori. Vediamo insieme quali sono.

  • Tailwind – è una vera colonna portante di tutti noi blogger ed estimatori dei social networks. Come ho scritto più volte nel mio blog, questo servizio ti permette, ad esempio: programmare i tuoi post su Instagram e Pinterest, incrementare le visite del tuo blog grazie a Pinterest e ai suoi gruppi, creare una griglia efficace per i tuoi post su Instagram e molto altro. Tra l’altro Tailwind ha anche un periodo di prova gratuito prima di scegliere se proseguire o meno, puoi attivarlo direttamente cliccando qui. Il servizio è tra i migliori acquisti che io abbia fatto per il mio blog, utile e super affidabile.
  • OptinMonster – anche questo è un servizio davvero ottimo per la creazione di liste e-mail, ne ho parlato diverse volte nel mio blog. Tra le sue numerose funzionalità, ti permette ad esempio di inserire dei pop-up per incrementare le vendite e la visibilità del tuo negozio raccogliendo gli indirizzi email dei tuoi visitatori per mandare loro delle offerte periodiche (ad esempio il gioco della ruota della fortuna che regala coupon e offerte per gli shop).
  • WPEka Club – altro servizio molto conosciuto che dispone di tutte le funzioni extra per la creazione di liste e-mail. Grazie a questo servizio puoi creare la newsletter del tuo blog in pochi passi e aggiornare i tuoi lettori via mail riguardo le novità del tuo blog.
  • Elementor – servizio (e plugin) tra i più utilizzati al mondo per il “design” del tuo blog e per la creazione di landing pages. Il plugin è disponibile in versione gratuita (Elementor free) con funzionalità limitate o in versione a pagamento (Elementor Pro) con funzionalità estese. Basta semplicemente scaricare o acquistare il plugin da qui e importarlo nella sezione plugin della bacheca del tuo blog su WordPress. Ma se non sai ancora cos’è una landing page te lo spiego subito.Una landing page è semplicemente una pagina web che consente di raccogliere le informazioni dei visitatori del tuo blog, attraverso un form (o campi da compilare). Le landing pages sono fondamentali per un blog nel caso in cui tu volessi mettere in rilievo un determinato articolo del tuo blog, nel caso in cui dovessi vendere un determinato prodotto del tuo blog o semplicemente nel caso volessi creare una homepage personalizzata. Questo, infatti, è un plugin davvero fondamentale nel momento in cui decidi di creare un blog. E’ davvero molto semplice da utilizzare in entrambe le versioni, in quanto offre anche pagine già pronte da poter personalizzare ed utilizzare in pochi minuti. Io ti consiglio di acquistare la licenza della versione a pagamento del plugin (Elementor Pro) poichè essa dispone di centinaia di funzionalità e pagine extra da poter utilizzare per ogni esigenza. Tra l’altro, questo è uno dei plugin utilizzato dai professionisti e da chi crea siti web per professione.
  • Animoto – altro servizio aggiuntivo per i principianti che adoro e che ti permette di creare come un professionista e in modo semplice e veloce i video per i tuoi canali social utilizzando dei modelli già pronti. Ci sarebbe davvero tanto da dire su questo servizio, infatti ho approfondito l’argomento qui.

 

 

  • Step 6: Crea una brand identity efficace per il tuo sito web

Come ti ho spiegato qui in modo dettagliato, in parole semplici, la brand identity è l’insieme degli elementi grafici e digitali che definiscono un brand agli occhi del suo pubblico. Generalmente la brand identity di un brand, sito web o blogger è composto dai seguenti elementi essenziali e fissi:

  • Uno o due loghi;
  • Una palette di colori;
  • Un paio di fonts precisi che definiscono per bene la tipografia del tuo sito web;
  • Un brand identity kit e un social media kit che svolgono la funzione di “curriculum” del tuo progetto e sito web e permettono far capire al tuo pubblico cosa possono trovare all’interno del tuo sito web;
  • Modelli per i tuoi post sui social network.

Come espressamente indicato, nel mio sito web puoi trovare servizi personalizzati per la brand identity, loghi e templates già pronti da modificare in autonomia all’interno del mio shop.

 

 

  • Step 6: come guadagnare con il tuo sito web (sezione extra non obbligatoria)

Questo non è un passaggio fondamentale per il tuo blog, infatti ho approfondito l’argomento numerose volte nel mio blog. Se sei interessato, puoi leggere i seguenti articoli che ti spiegheranno tutto in modo dettagliato:

  1. Come guadagnare con un blog grazie all’affiliate marketing;
  2. Come vendere online in tutto il mondo se possiedi un brand personale.

 

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto. In caso contrario sarò felice di rispondere alle tue domande o chiarimenti che puoi lasciare qui sotto nei commenti.

Se l’articolo ti è piaciuto, ti invito ad iscriverti alla mia newsletter, in modo tale da leggere via mail gli aggiornamenti periodici su questo articolo e sul mio blog.

Ti invito anche, se ti va, a lasciare un like e una condivisione a questo articolo, servirà a me per migliorarmi, ai miei lettori per leggere info aggiuntive riguardo la creazione e la gestione di un blog e magari anche ai tuoi amici che cercano informazioni al riguardo.

share

Leave a Comment

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More
articles

Shopping Cart
error: Content is protected !!
X

Before You Go

Don’t forget to subscribe to my newsletter to receive

coupons & updates

via email reserved only for members of my community to be used in the Her creative details shop!